Pesce di Pasqua

Non un post, ma una comunicazione telegrafica: Pasqua… trasferta campagnola, 14 gradi in casa (anche di notte, ma l fresco ci si conserva) e fuori… beh, era prevista pioggia, ma al solito sbagliano. Infatti qui grandina.

Sapevo degli scherzi da pesce d’aprile…. a Pasqua speravo ce li potessimo risparmiare. Quasi quasi ne approfitto questa volta e con grande soddisfazione e trasporto. Posso dire: “Piove governo ladro, grandina governo di testine di vitello?” Certo che posso. Nemmeno stavolta “viliappendo” qualcuno. Anche se lo appenderei volentieri.

Con l’occasione mi scuso per avere associato il vitello a questo governo ma nel blog è rigorosamente vietato usare espressioni scurrili volgari ed epiteti da latrina.

Detto questo, mi appresto ad accendere il camino per vedere se un grado o due riesco a guadagnarli prima che mi si congelino le terga.

Buona Pasqua a tout le monde (non al governo né al vilipendibile”).

Ionnighitar

 


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *