Domanda lampo

Ma… Ma… Che succede? Vedo un flebile spiraglio di chiaro, una specie di sottilissima lama di luce che sembra tagliare di netto una lunghissima galleria buia e molto, molto maleodorante.

Che si fa? cammino? Vado incontro? Vuoi vedere che è là in fondo che c’è la via d’uscita? Forse è la stessa cosa che ha provato un sacco di volte Indiana Iones (lo sooooo, ma io lo scrivo lo stesso così) e poi chissà cosa si è trovato dall’altra parte. Beh, la volete sapere? Chissenefrega. Non lo so cosa c’è dall’altra parte. E non so nemmeno se sia una striscia fluorescente appiccicata da qualche imbecille alla fine di questa infinita galleria. Come quando, al contrario, in una sublime pubblicità dell’Emmentaler o del Gruyère c’era un finto ingresso di galleria appiccicato alla roccia e l’astutissimo ciclista, rigorosamente scvizero, ci si andava a schiantare allegro intonando uno Jodel. Però, siccome so come si sta nella galleria, comincio ad avviarmi. Ci si vede dall’altra parte, se tutto va bene.

Saludos. Ionnighitar.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.