Anniversary

Ecco… avevo il problema di sapere quando fosse cominciata l’avventura blogghistica ma ero già riuscito ad arrotolarmi con le date. Mi ha tolto d’impaccio WordPress (mamma WordPress o zia WordPress, o papà WordPress… boh?). Ho trovato un messaggio di augurio, un happy anniversary che mi ha tolto ogni dubbio.

E, guarda tu (voi) cosa ti combina il caso… Con l’occasione di questo ringraziamento a WP e a voi, a tutti voi che siete passati e passate a leggere, quando scrivo e anche quando latito, questo mio nanomessaggio (in confronto ai soliti è un parsecmessaggio) è il numero ciento!!!!!, Uan handred, Cent, Ciento, 100, zwistrumbelkampf (è un dialetto prussiano). Porca Peppa, ragazzi, sembra una scemenza, ma scrivere cento post non è mica roba da ridere, oh…. Graziegraziegraziegrazie.

E già che ho fatto cento faccio centouno (no, diciamo che fatto trenta faccio trentuno). Notiziona: è moooolto probabbbile che riesca ad ottenere l’incarico per costruire un sito. Uan site, una roba seria, che tratta di medici e di argomenti per niente frivoli. Il mio compito è scegliere la forma, i testi, la comunicazione più accattivante e coinvolgente, oltre che, ca va sans dire, vestire il tutto al meglio. In modo che appaia elegante, di classe, si distingua (mazza che modesto!!!!). Beh, volete saperlo? Adoro questo lavoro. E se mi volete anche un filo piccolo di bene vi chiederei di…. boh, vedete voi, pregare, fare un rito Voodoo, fare sacrifici (non umani), incrociare le dita, fare gesti scaramantici per nulla signorili ma magari efficaci…. Dai, per la miseria, concentriamo le energie mentali e pissichiche che magari alla fine riesco a ricominciare a fare qualcosa di creativo. Vorrei raccontarvi per filo e per segno quanto lontano sia il mio oggi da qualsiasi parvenza di creatività, ma preferisco lasciar perdere: ne ho già l’incubo più o meno 37 ore al giorno.

Dai, chiudiamo che è tardi. Posso ringraziarvi ancora o sembro retorico, sopraffatto da piaggeria e magari anche un po’…. Alzheimerato? E chissenefrega? Ho sempre preferito un grazie di più a uno di meno. Poi mi sto così disabituando ai rapporti amichevoli e cordiali tra chi ci circonda che mi scateno qui.

Happy anniversary to me, to you, to our blog, and…. un triplice Hurrà per il post n° 100.

Ionnighitar


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *