A piccoli passi

Come previsto… Per capire tutte le funzionalità di un “template” o “tema” di un sito o di un blog ci vuole un po’. A meno che non sia tu che l’hai messo insieme e allora è tutta un’altra faccenda. Ma stiamo parlando di scrivere in un linguaggio particolare tutte le istruzioni per la costruzione e la logica di funzionamento delle pagine. Non è di certo il mio caso. Forse farei prima a imparare La Vispa Teresa in mandarino (inteso come lingua, non come agrume).

Premesso questo posso orgogliosamente dichiarare che prima che io abbia capito tutto quello che si potrebbe fare di tempo ne deve passare. Parecchio. Sto cercando di arrangiarmi per tentativi per rendere il blog più accogliente e accattivante (avrei potuto usare anche l’espressione “user friendly” ma credo di avere già spiegato in passato quanto io sia un fautore sfegatato di queste espressioni pseudo-all’avanguardia.

Vediamo, comunque, cosa sono riuscito a combinare per oggi. Ho snellito ancora i contenuti della barra laterale destra, eliminando il calendario, la voce Archivi e… e basta, se non ricordo male. In compenso ho scoperto che con questo nuovo “tema” ho la possibilità di sfruttare la fascia bassa della pagine, il cosiddetto “footer“, in tipografia nostrana si direbbe il piede. E quindi sono andato a riprendere e riposizionare proprio il calendario e gli archivi, in cui sono elencati per mesi tutti i post scritti da che è nato il blog. A proposito, verso la fine del mese c’è il compleanno bloggico: quattro anni. Nato in anno bisesto, devo ancora capire se gli abbia portato fortuna o meno. Ma se non altro è sopravvissuto.

Già che c’ero ho inserito anche una classifica dei post più letti, ma confesso che non ho capito come dove e quando si aggiorni, dato che per ora a quanto pare non sembra avere intenzione di rendere pubbliche classifiche di sorta. Potrei provare a fingermi lettore e non autore e andarmi a leggere ventisei volte lo stesso pezzo per poi vedere se magicamente compare nella hit parade. Credo invece che aspetterò qualche giorno e se non succede niente avrò due alternative: eliminare la classifica e tanti saluti o cercare di capire come diavolo funzioni.

Per non farmi mancare niente ho inserito un nuovo collegamento a una galleria creata per l’occasione, in cui ho inserito solo ed esclusivamente le fotografie dei lavori di rendering che ho fatto un sacco di tempo fa per imparare l’arte e metterla regolarmente da parte. Lo so che le avevo già messe da qualche parte, ma in primis sono sempre in tempo a rimuoverla, in secundis posso anche rinominarla e infilarci dentro qualcos’altro. Sono andato a ripescare sia il calendario, che qui sotto mi sembra più carino, quasi elegante, e la lista dei Blog/Siti che mi sento di segnalare. Altro arriverà a breve, credo. Più che altro spero, ma ci sono, sembra, buone probabilità che io possa mettere in tavola una bella sorpresa.

A proposito di mettere in tavola, sto maturando l’idea, in un modo o nell’altro, di parlare, qualche volta, anche di mangime. Inteso come pappa. I dolci mi lasciano indifferente. Tutto il resto proprio no. Avendo in mente qualche ricettina strana e curiosa rispolverata dai tempi della mia fanciullezza, mi sa che prima o poi tento l’azzardo. Approfittando anche del fatto che nel web è cosa rarissima e complicatissima trovare qualcuno che parli di cucina o snoccioli qualche ricetta sfiziosa. Appello ai naviganti: se avete qualche idea carina, curiosa ma, soprattutto, succulenta, son pronto a pubblicare di tutto.

Pensare che, a quanto sembra, mi si darebbe anche la possibilità di segnalare per benino le mie letture preferite, i libri suggeriti o consigliati e, incredibile a dirsi, di inserire una specie di lettore musicale per l’ascolto di brani di mia scelta. Ecco, questa cosa la farei volentieri. Sarebbe un’occasione d’oro per portare il verbo dello zio Eric (Clapton) alle masse. C’è un particolare: non ho capito un accidente di quello che dovrei fare. E a guardar bene non ho capito un sacco di altre cose. Ma si va passin passetto, no? Mattoncino su mattoncino, appunto.

Dimenticavo: ho aggiunto anche una fotogalleria dedicata al “Ruggine”. Non pretenderete che vi spieghi un’altra volta che cosa sia e perché ce l’abbia così nel cuore, mi auguro. E sia chiaro, non è pubblicità (forse). Ma appena ci torno, appena qualcuno mi rimanda qualche foto carina state pur certi che questa galleria sarà la prima ad essere aggiornata.

Ionnighitar


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.