5 Maggio 2012

Essì, altro che Napoleone. E’ 191 anni dopo la dipartita del Sarkozy ante litteram che c’è qualcosa di davvero memorabile.

Cinquemaggioduemiladodici, appunto. Ore 12,30 per la precisione, più o meno. Per quanto ne posso sapere io diciamo a Torrita di Siena, anche se so che è impreciso, ma va bene lo stesso. Intanto sto parlando di un evento lieto come può esserlo una nascita e non di una roba mesta e deprimente come la scomparsa di monsieur l’empéreur (non il signor Bruni, quell’altro, un po’ più in gamba di lui).

E non sto a parlare né di Manzanarre né di Reno, di Alpi o di Piramidi. Siamo con un piede in val di Chiana (mmm la chianina, bonaaaa) e con quell’altro in val d’Orcia (che i miei milioni di lettori ormai sanno essere per me uno dei posti più belli del mondo). E dunque? Che è successo? Ma dai, che domande… E’ successo che grazie all’impegno della mia nipotina Ema e di Marco, e terrei a specificare che anche se è la mamma che porta il peso e si fa un mazzo così anche il babbo ha fatto fa e farà la sua parte, quindi non cominciamo con le solite rivendicazioni femministe, è successo, dicevo, che….

E’ arrivato IonniIunior!!! Ragazzi, Ionni (il primo Ionni, che adesso diventa IonniSenior), il bambino che, a parte i miei che bambini non sono più da un pezzo, è il più simpatico che abbia conosciuto in vita mia, adesso si fregia del titolo di fratello maggiore. Uhm… questo mi fa pensare un po’ e mi sa che devo dargli qualche dritta. Perché di solito (ho detto di solito, il che prevede eccezioni) i fratelli maggiori… vabbè, chi la doveva capire l’ha capita. Lasciatelo dire a me che ne ho tre davanti. E non dico altro.

Beh, insomma, Toscana in festa, i nonni immagino completamente fuori di testa per l’evento. Ema (la Sciura Pina) e Marco che immagino felici più di quanto si possa immaginare uno felice (aiutami a dire felice) e lui, il piccolo grande IonniSenior che da oggi è investito dell’arduo compito di crescere e plasmare il suo omonimo in versione Iunior in modo che cresca sano, bello, forte e soprattutto simpatico e sagoma come è sempre stato lui. Noi qui nelle terre fredde… beh, ovvio che siamo più che felici. Al punto che anche se è tutto il giorno che scendono cascate di pioggia dal cielo, anche se ha appena finito di grandinare, anche se fa un freddo del porco Giuda per essere il cinquemaggio saremmo quasi portati a dire: «Ma chissenefrega!!!» E’ arrivato IonniIunior ragazzi. Cosa si può volere di più? Certamente non un Lucano. Adesso il piccolo despota di Ajaccio avrà la fortuna di essere ricordato perché dette il mortal sospiro nello stesso giorno della nascita di IonniIunior. Tu guarda a volte la combinazione… Il piccolo fratello di IonniSenior che procura fama imperitura a un nanerottolo che altrimenti nessuno si sarebbe più filato manco di striscio.

Un bacione grosso a bismamma Ema. Un abbraccione grosso a bisbabbo Marco. Bravo, anzi, issimo. E….. Ionni, mi raccomando, ricordati di zio con la zeta da toscano e fallo crescere bene il nuovo fratellino. A te un bacio più grosso di tutti. Adesso posso perché sei piccino. Quando sarai un omone ti darò solo la mano, anche se sarà molto più triste. ma che cosa vuoi farci… la vita funziona così. E una valanga di auguri anche da zia tua, da Caro e dal Bolognese.

Ionnighitar (in arte, lo zio)


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.